I Villaggi dei Bambini dell'Asia


Adotta a distanza un bambino accolto in un Villaggio SOS in Asia, lo farai crescere in famiglia!  Scopri tutti i paesi dove aiutiamo i bambini del mondo!

Il primo Villaggio SOS in Asia è stato aperto in Corea del Sud nel 1963, grazie alla sensazionale campagna “Chicchi di Riso” che ha permesso di costruire la nuova struttura a Daegu, dove accogliere gli orfani di guerra.

SOS Villaggi dei Bambini è un'associazione apolitica e laica, che interviene nei paesi impiegando personale del luogo e ricevendo l'autorizzazione da parte del governo locale. Questo ci ha permesso di essere accolti in Asia come un organizzazione nazionale e imparziale.

L’India è la nazione con il più alto numero di Villaggi SOS nel mondo, oltre 40 strutture contando anche quelle in costruzione. L'associazione indiana è stata fondata con il supporto della figlia di Nehru Gandhi, Indira, che ne è stata direttrice. In Nepal abbiamo organizzato Villaggi SOS e strutture specifiche per i bambini tibetani in esilio, che crescono in base alla loro cultura, religione e lingua, grazie anche all’amicizia di Herman Gmeiner e Helmut Kutin con il Dalai Lama. Dal 2000 è operativo anche il Villaggio SOS di Lhasa, nella regione autonoma del Tibet.

Dopo il crollo dell'Unione Sovietica, la nostra associazione è stata in grado di diffondersi maggiormente nell’Asia centrale, dove la cura degli orfani è sempre stata un grande motivo di preoccupazione internazionale. La Georgia ha segnato il primo Villaggio SOS nel 1996, per poi arrivare in Kazakistan, Kirghizistan, Azerbaigian e Uzbekistan. È stato finalmente possibile aprire un Villaggio SOS nella capitale mongola di Ulaanbaatar nel 2002.

Il lavoro di SOS Villaggi dei Bambini in Asia non sempre è stato facile, a causa di eventi politici problematici. Uno dei momenti più tristi arrivò nel 1976, quando i bambini, le Mamme SOS e gli altri membri dello staff sono stati costretti a fuggire dal Villaggio SOS di Da Lat e da quello di Go Vap. Siamo riusciti a riprendere le attività in Vietnam solamente nel 1987.

In occasione delle numerosi catastrofi ambientali e naturali che hanno colpito l’Asia negli ultimi anni, abbiamo organizzato programmi di emergenza per le popolazioni colpite. Ricordiamo le inondazioni in Visakhapatnam e Orissa, i terremoti a Latur e Gujarat, il devastante terremoto in Pakistan nel 2005 e le alluvioni del 2010. In Pakistan abbiamo anche fornito sostegno ai profughi afghani, attraverso le nostre strutture mediche ed scolastiche.

Il più grande programma di emergenza in Asia è stato lanciato in seguito al disastro dello tsunami del 26 dicembre 2004. Abbiamo portato soccorso immediato in Indonesia, Sri Lanka, India e Tailandia, per un totale di 2.232 nuove case costruite e 18 centri comunitari, 3 Centri di Sviluppo Sociale SOS e 6 Villaggi SOS in un periodo di tre anni.

Inoltre, più di 340 imbarcazioni da pesca sono state regalate alla comunità locale, per aiutarli a tornare in attività e trovare nuova fonte di cibo e guadagno.

Grazie al sostegno delle adozioni a distanza, migliaia di bambini asiatici rimasti senza le cure di una famiglia hanno trovato nei Villaggi SOS una nuova casa accogliente ed una famiglia affettuosa.

Scopri l'Adozione a Distanza SOS, assieme possiamo cambiare il destino di tanti bambini sfortunati


Ecco alcuni dei paesi asiatici dove siamo presenti con i Villaggi dei Bambini SOS: