Il Villaggio SOS di Roma

Bambini nel Villaggio SOS di Roma

Il Villaggio SOS di Roma opera nel territorio dal 1987 accogliendo bambini e adolescenti in temporanea difficoltà familiare o sociale, offrendo loro accoglienza di natura residenziale e semi-residenziale e sostenendo le famiglie attraverso programmi dedicati di supporto
 
Il nucleo centrale delle unità abitative è stato costruito su un’area di circa tre ettari, acquistata grazie a un generoso lascito risalente al periodo della formazione della cooperativa del Villaggio.
 
L'obiettivo della struttura è quello di garantire ai bambini un equilibrato percorso di crescita psicofisica e un supporto professionale alla famiglia originaria attraverso percorsi specifici, atti  a garantire un valido sostegno alla genitorialità. L'intervento è sempre svolto in collaborazione o su richiesta dei Servizi pubblici competenti.

I servizi:

Case famiglia

Il servizio si sviluppa in 5 case famiglia all'interno del Villaggio, ognuna autonoma e con un'entrata indipendente, dotate di giardino e di un parco giochi aperto anche ai bambini del quartiere, in modo da favorire occasioni di incontro e socializzazione. 
Ogni casa accoglie al massimo 6 bambini fino ai 12 anni di età ed è gestita da un'educatrice residenziale SOS, supportata nella gestione da un'altra educatrice specializzata.

Comunità educativa per pre-adolescenti e adolescenti

Il servizio risponde ai bisogni di ragazze in età compresa fra i 13 e i 18 anni in situazioni di difficoltà personale, familiare e sociale, per questo allontanate dal proprio contesto famigliare.
 
La struttura opera con finalità educativo-assistenziali volte alla supplenza temporanea della famiglia e può ospitare fino a 6 ragazze: il servizio si propone di sostenere, guidare e aiutare le ragazze nel loro percorso di crescita e formazione verso l’età adulta, favorendo, quando possibile, i rapporti affettivi, educativi e relazionali con i genitori. 
Alla comunità è dedicata una casa all’interno del Villaggio, composta da una cucina, un soggiorno, tre camere da letto, due bagni, una stanza per l’operatore residente e una camera per l’educatrice. In ogni camera è prevista la personalizzazione degli ambienti e degli arredi da parte delle ragazze accolte.

Sostegno alle famiglie

Il Villaggio offre un servizio di sostegno psicologico alle famiglie e una casa di accoglienza dedicata alle famiglie con figli in cura presso l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, che accoglie l’intero nucleo famigliare durante la degenza di quei bambini che, provenendo da fuori regione, non potrebbero altrimenti avere la possibilità di restare uniti ai propri genitori.

 

La visita del Papa

Lo scorso ottobre 2016 Papa Francesco ha fatto visita ai bambini e ai ragazzi ospiti del Villaggio SOS di Roma e ha trascorso in loro compagnia un intero pomeriggio. Il Santo Padre ha voluto conoscere la storia di ognuno di loro e li ha salutati uno a uno: nessun bambino deve crescere da solo.