Policy SOS e Linee guida

 


Coerentemente con il modello SOS a livello internazionale, anche SOS Villaggi dei Bambini Onlus in Italia è fautrice di una politica d’intervento centrata sul bambino, sui suoi bisogni, i suoi diritti e la sua famiglia. Dall'Italia è possibile attivare una adozione a distanza di un bambino all'estero, mentre per aiutare i Villaggi SOS italiani, è possibile donare mensilmente come Amico SOS.
 

Questa politica è frutto di un costante confronto interno con tutte le realtà di accoglienza SOS in Italia e nel mondo ed è coerente con i principi sanciti dalla Convenzione ONU dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza.
 

Periodicamente viene effettuato un monitoraggio del modello che coinvolge tutti i soggetti compresi i bambini e i giovani seguiti nei Villaggi SOS.
 

Questo modello è basato sul diritto di ogni bambino a crescere all’interno della propria famiglia e, quando ciò non è possibile, sul principio che per ogni bambino una famiglia accudente è il posto migliore dove poter diventare grande:
 

La famiglia, unità fondamentale della società e ambiente naturale per la crescita e il benessere di tutti i suoi membri e in particolare dei fanciulli, deve ricevere la protezione e l’assistenza di cui necessita per poter svolgere integralmente il suo ruolo nella collettività”. *

L’obiettivo principale degli interventi SOS è, quindi, quello di prevenire la separazione dei bambini dal nucleo famigliare d’origine. Solo quando questo è impossibile o giudicato non nell’interesse del bambino in quel determinato momento, allora si offre un’accoglienza di tipo famigliare all’interno dei Villaggi SOS.

Due sono, quindi, i programmi di intervento:

- programmi di rafforzamento familiare

- programmi di accoglienza di tipo familiare suddivisi in programmi a breve termine e programmi a medio - lungo termine.

Se vuoi conoscere dove sono attivati in Italia questi programmi clicca qui

---------------

* Preambolo convenzione ONU sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza