La storia di Natalia nel Villaggio SOS di Saronno

Quello di SOS Villaggi dei Bambini è un sostegno che va oltre il raggiungimento della maggiore età dei ragazzi

Nessun Bambino nasce per crescere da Solo


I bambini che arrivano nei Villaggi SOS hanno negli occhi e nel cuore storie difficili, di sofferenza e di solitudine. Hanno subito traumi spesso profondi e devono affrontare quello che in tenera età è un distacco molto doloroso: quello dalla propria casa e dalla propria famiglia.
 
SOS Villaggi dei Bambini fornisce a questi bambini il sostegno psicologico necessario a elaborare e superare i traumi subiti e ogni bambino è seguito secondo un percorso terapeutico personalizzato, finalizzato al recupero della serenità e della fiducia in sé e nel mondo circostante.
 
Quella di Natalia è la storia di una bambina che viene allontanata dalla propria famiglia all'età di 6 anni, a causa della malattia della madre. Nel Villaggio SOS di Saronno ha trovato la possibilità di costruirsi un futuro.

La storia di Natalia


Ecco la storia di Natalia:

 
"Mi chiamo Natalia, ho 19 anni e vivo al Villaggio SOS di Saronno dal 12 ottobre 2004. Sono stata allontanata dalla mia famiglia quando avevo 6 anni a causa della depressione di mia madre.
 
Ero molto piccola e grazie all'educatrice che mi ha seguita e mi ha cresciuta fino ai 16 anni sono riuscita a non vivere il distacco come un trauma.
 
Dopo i 16 anni non sono rimasta sola ma ho continuato il mio percorso nel Villaggio SOS all'interno di una casa dedicata alle ragazze della mia età, per aiutarci a diventare via via più autonome e indipendenti. Vivere nel Villaggio SOS e non sentirmi mai sola, sapendo di poter contare sul loro sostegno, mi ha aiutato a credere in me stessa e a investire con fiducia nel mio futuro: ho preso il diploma da estetista e ho trovato lavoro grazie agli stage fatti durante i miei anni scolastici.
 
Quando ho compiuto 18 anni ho richiesto il proseguo amministrativo per rimanere all'interno del Villaggio SOS e sono entrata a far parte del progetto casa Autonomia, grazie al quale ho potuto diventare più indipendente, riuscendo anche a prendere la patente.
 
Da qualche mese purtroppo ho perso il lavoro ma so che nella ricerca di una nuova occupazione non sono sola: posso contare sull'appoggio delle educatrici e della mia famiglia speciale al Villaggio SOS."
 


Aiutaci a sostenere i bambini come Natalia: con il tuo contributo potremo regalare un futuro ai minori costretti a crescere da soli, senza il sostegno della propria famiglia, accompagnandoli fino al raggiungimento dell'indipendenza.

Sostienici