Linee guida ONU

Nel dicembre 2009 sono state approvate dall’ONU le Linee Guida ONU sull’accoglienza eterofamiliare , con risoluzione n°64/142 del 2010, uno strumento per applicare la Convenzione sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza nell’ambito dell’accoglienza dei bambini temporaneamente fuori dalla famiglia d’origine.

Le Linee Guida contengono due sono i principi chiave contenuti nelle Linee Guida:
  • Necessità: l’allontanamento del bambino deve avvenire quando necessario ed essere orientato al ricongiungimento familiare ogni qualvolta possibile;
  • Appropriatezza: laddove si rendesse necessario inserire il bambino in una realtà di accoglienza la soluzione scelta deve essere consona alle necessità del singolo bambino e per un periodo appropriato e definito sulla base dei suoi bisogni.

L’Italia è stata recentemente richiamata dal Comitato ONU, nelle Osservazioni Conclusive pubblicate nel 2011, a garantire l’applicazione omogenea su tutto il territorio nazionale della legge 149 del 2001,stabilendo standard minimi nazionali e tenendo “conto delle Linee Guida in materia di accoglienza etero-familiare allegate alla risoluzione dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite 64/142” (Raccomandazione N°40) (leggi il 7° rapporto CRC). Nel nostro Paese le Linee Guida dovrebbero quindi tradursi adeguatamente nei Livelli Essenziali di Prestazioni (art. 117 Costituzione) garantendo in tutte le Regioni standard minimi di qualità, che prevedano ad esempio servizi di rafforzamento familiare e di prevenzione dell’allontanamento dei bambini dalle famiglie d’origine, nonché adeguati strumenti di partecipazione dei bambini e dei ragazzi alla definizione dei loro percorsi di accoglienza. Nel 2013 è stato pubblicato Moving Forward, Implementing the Guidelines for the Alternative Care of Children, un manuale pratico che SOS Villaggi dei Bambini insieme a Unicef, International Social Service and OAK Foundation, ha presentato al Consiglio dei Diritti Umani di Ginevra, per l'attuazione e l’implementazione delle Linee Guida ONU in materia di accoglienza fuori dalla famiglia d’origine. Si tratta di uno strumento che fornisce una guida pratica, per le autorità e i soggetti attivi nel panorama della promozione e tutela dei diritti dell’infanzia, in particolare per chi si occupa di accoglienza eterofamiliare. SOS Villaggi dei Bambini, in collaborazione con International Social Service ha tradotto in italiano il documento, disponibile in versione digitale al sito ufficiale http://www.alternativecareguidelines.org