Claudio Artusi e’ il nuovo direttore generale di SOS Villaggi dei Bambini Italia

Milano, 8 gennaio 2016 - L’Ingegnere Claudio Artusi è stato nominato Direttore Generale di SOS Villaggi dei Bambini Italia.

Con questa nomina, che giunge a seguito del rinnovo del Consiglio Direttivo e della Presidenza, SOS Villaggi dei Bambini Italia intende rafforzare l'impatto del lavoro dell'Organizzazione in un momento in cui le sfide da affrontare, per promuovere e proteggere i diritti dei bambini privi di cure familiari o a rischio di perderle, sono molto impegnative e necessitano un intervento efficace, competente e professionale.
Claudio Artusi è stato coordinatore di “Expo in città”, progetto del Comune di Milano e della Camera di commercio di Milano per l’Expo di Milano 2015, Amministratore Delegato di CityLife e di Fiera Milano Spa, dopo un’esperienza ai vertici di Anas. Ha iniziato a lavorare in Webco-Westinghouse, diventando Amministratore Delegato di Ansaldo Signal.

SOS Villaggi dei Bambini Italia può finalmente seguire il trend dell’Organizzazione internazionale, in termini di competenza e lungimiranza. L’Ingegnere Claudio Artusi vanta un cospicuo curriculum in Italia e all’Estero. Dovevamo uscire da un’ottica semplicemente nazionale perché le sfide a cui dobbiamo rispondere non hanno più i confini di un tempo. L’Agenda Post 2015, gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile e le Raccomandazioni della Commissione europea ci obbligano a confezionare una strategia nazionale, sostenibile ed efficace, a sostegno delle famiglie e delle Istituzioni con le quali collaboriamo. I bambini privi di cure familiari o a rischio di perderle hanno diritti inalienabili che devono essere riconosciuti anche qui, come sta accadendo a Bruxelles” - afferma Maria Grazia Rodriguez Y Baena, Presidente di SOS Villaggi dei Bambini Italia. 


SOS Villaggi dei Bambini, che ha elaborato la strategia per i prossimi anni, si concentrerà prevalentemente sulla promozione e difesa dei diritti dei bambini privi di cure familiari o a rischio di perderle, sul sostegno alle famiglie vulnerabili, sull’accompagnamento dei neo-maggiorenni verso l’autonomia, sulla formazione degli operatori, sulla qualità dei servizi erogati dai Villaggi SOS e sulla sedimentazione di una cultura dell’accoglienza etero-familiare come risposta ai 30mila minorenni fuori famiglia.

"Comincio questa avventura professionale e umana sotto il segno della passione. Inizia per me una nuova vita, sicuramente più sfidante e dal sapore particolare. Mi ha affascinato l’approccio rivoluzionario di SOS Villaggi dei Bambini, la modalità con cui vengono declinate linee e comportamenti riguardo i temi della centralità del bambino e del sostegno alla famiglia. Io sono profondamente convinto che la famiglia sia la realtà grazie alla quale la società realizza la propria continuità ed è per questo che va difesa nella sua struttura e nelle sue funzioni. E’ tempo di modalità innovative capaci di garantire protezione e accoglienza di qualità ai minorenni privi di cure e a nuclei familiari vulnerabili. Abbiamo la possibilità di amplificare e migliorare il lavoro che SOS Villaggi dei Bambini svolge in tutto il Mondo, rendendo l’Associazione anche in Italia competitiva grazie alla trasparenza dei progetti, alla prontezza degli interventi a sostegno delle famiglie, alla professionalità nella collaborazione con le Istituzioni”, ha dichiarato Claudio Artusi, commentando la sua nomina.

  • Testimonianze da Aleppo

    Testimonianze da Aleppo: la storia di Salma

    23.12.2016 - "I miei figli hanno visto cose che nessun bambino dovrebbe mai trovarsi di fronte"- Salma racconta la sua vita, insieme ai tre figli, nella città assediata di Aleppo. Approfondisci
  • cameo e SOS Villaggi dei Bambini per il progetto AutonoMia

    cameo e SOS Villaggi dei Bambini per il progetto AutonoMia

    20.12.2016 - Un lavoro nelle aziende del territorio per 28 giovani in difficoltà: cameo sostiene il “Progetto AutonoMIA” di SOS Villaggi dei Bambini nei Villaggi di Vicenza, Mantova, Morosolo e Saronno (VA). Scopri di più
  • Aleppo: i desideri dei bambini in guerra.

    20.12.2016 - Abbiamo chiesto a cinque bambini di Aleppo, costretti a fuggire a causa della guerra, di raccontarci come si sentono. approfondisci
  • Da un Villaggio SOS alle Olimpiadi

    20.12.2016 - Mavis Chirandu è cresciuta in una Famiglia SOS a Bindura, nello Zimbabwe, è andata in Agosto a Rio de Janeiro per la nazionale femminile di Calcio dello Zimbabwe. Leggi la sua storia
  • Ci sono cose che da soli non si possono affrontare

    20.12.2016 - A dicembre abbiamo lanciato la campagna di raccolta fondi digital “Ci sono cose che da soli non si possono affrontare”, con l’obiettivo di sostenere il nostro lavoro in Italia. approfondisci
  • Fratelli e sorelle insieme

    20.12.2016 - Le parole di Lucia, accolta nel Villaggio SOS di Ostuni e oggi mamma di due bambini. approfondisci
  • Il tuo voto per SOS Villaggi dei Bambini vale un’area gioco per bambini

    20.12.2016 - Vota il progetto “Italy: Building a children play area”: per realizzare un’area gioco per bambini di SOS Villaggi dei Bambini Italia! approfondisci
  • Storie di accoglienza del centro per rifugiati di Principovac

    Storie di accoglienza nel centro per rifugiati di Principovac

    06.12.2016 - Il centro di accoglienza per rifugiati di Principovac si trova in un ex ospedale pediatrico al confine fra Serbia e Croazia, a 100 metri dalla frontiera. Il villaggio serbo più vicino è a 10 km di distanza, a un'ora di cammino. approfondisci
  • Roberta Capella

    Roberta Capella è il nuovo direttore di SOS Villaggi dei Bambini

    29.11.2016 - SOS Villaggi dei Bambini Italia nomina Roberta Capella nuovo Direttore. “Crescita, diversificazione dei programmi e dei servizi senza rinunciare alla nostra unicità: la qualità.” approfondisci
  • Katalin Berend presta servizio volontario come pediatra.

    Essere umani è la cura migliore

    28.11.2016 - Da quando è in pensione, la pediatra 71-enne Katalin Berend presta servizio nel campo rifugiati di Bicske, in Ungheria, a fianco di SOS Villaggi dei Bambini. Ecco la sua testimonianza. approfondisci