Con pochi centesimi al giorno: infografica della generosità

Sostieni a distanza un bambino ospite dei Villaggi SOS, in Italia e nel mondo. Un gesto d’amore senza prezzo, per fare la differenza.

Dal 1949, SOS Villaggi dei Bambini si impegna ad offrire il calore di una casa, le cure e l’affetto di una famiglia ai bambini rimasti orfani o vittime di abusi famigliari. Nei Villaggi SOS i bambini imparano ad avere fiducia in sé stessi e a costruirsi un futuro radioso. Sai che puoi contribuire anche tu al percorso di crescita di bambini e ragazzi accolti nelle strutture della onlus? Con una donazione mensile di soli 28 euro contribuisci alle spese per cibo, vestiti, educazione scolastica e cure mediche. Far sì che un bambino possa diventare un adulto autonomo e sicuro sostenendolo a distanza, non comporta limitazioni importanti nella vita quotidiana. Per esempio, organizzare una cena tra amici a casa, preferire la lettura del quotidiano online al posto della versione cartacea, oppure inforcare la bici per andare al lavoro, sono solo alcune delle piccole scelte quotidiane che puoi fare per offrire a tutti i bambini le stesse opportunità.

In alternativa, puoi decidere di prendere parte al progetto Amico SOS, dedicato a chi desidera sostenere bambini ospiti dei 7 Villaggi SOS italiani. Con soli 4 euro a settimana, ovvero 50 centesimi al giorno, puoi fare un regalo senza prezzo: sicurezza, protezione e, soprattutto stabilità, a bimbi finora costretti a subire situazioni di disagio e maltrattamenti. Ogni piccolo contributo può fare la differenza!

Adotta un bambino a distanza ora e cambierai la sua vita e la tua per sempre, al prezzo di un caffè!



Adotta a distanza un bambino. Cambia la sua vita e la tua per sempre, al prezzo di un caffè!
  • Testimonianze da Aleppo

    Testimonianze da Aleppo: la storia di Salma

    23.12.2016 - "I miei figli hanno visto cose che nessun bambino dovrebbe mai trovarsi di fronte"- Salma racconta la sua vita, insieme ai tre figli, nella città assediata di Aleppo. Approfondisci
  • cameo e SOS Villaggi dei Bambini per il progetto AutonoMia

    cameo e SOS Villaggi dei Bambini per il progetto AutonoMia

    20.12.2016 - Un lavoro nelle aziende del territorio per 28 giovani in difficoltà: cameo sostiene il “Progetto AutonoMIA” di SOS Villaggi dei Bambini nei Villaggi di Vicenza, Mantova, Morosolo e Saronno (VA). Scopri di più
  • Aleppo: i desideri dei bambini in guerra.

    20.12.2016 - Abbiamo chiesto a cinque bambini di Aleppo, costretti a fuggire a causa della guerra, di raccontarci come si sentono. approfondisci
  • Da un Villaggio SOS alle Olimpiadi

    20.12.2016 - Mavis Chirandu è cresciuta in una Famiglia SOS a Bindura, nello Zimbabwe, è andata in Agosto a Rio de Janeiro per la nazionale femminile di Calcio dello Zimbabwe. Leggi la sua storia
  • Ci sono cose che da soli non si possono affrontare

    20.12.2016 - A dicembre abbiamo lanciato la campagna di raccolta fondi digital “Ci sono cose che da soli non si possono affrontare”, con l’obiettivo di sostenere il nostro lavoro in Italia. approfondisci
  • Fratelli e sorelle insieme

    20.12.2016 - Le parole di Lucia, accolta nel Villaggio SOS di Ostuni e oggi mamma di due bambini. approfondisci
  • Il tuo voto per SOS Villaggi dei Bambini vale un’area gioco per bambini

    20.12.2016 - Vota il progetto “Italy: Building a children play area”: per realizzare un’area gioco per bambini di SOS Villaggi dei Bambini Italia! approfondisci
  • Storie di accoglienza del centro per rifugiati di Principovac

    Storie di accoglienza nel centro per rifugiati di Principovac

    06.12.2016 - Il centro di accoglienza per rifugiati di Principovac si trova in un ex ospedale pediatrico al confine fra Serbia e Croazia, a 100 metri dalla frontiera. Il villaggio serbo più vicino è a 10 km di distanza, a un'ora di cammino. approfondisci
  • Roberta Capella

    Roberta Capella è il nuovo direttore di SOS Villaggi dei Bambini

    29.11.2016 - SOS Villaggi dei Bambini Italia nomina Roberta Capella nuovo Direttore. “Crescita, diversificazione dei programmi e dei servizi senza rinunciare alla nostra unicità: la qualità.” approfondisci
  • Katalin Berend presta servizio volontario come pediatra.

    Essere umani è la cura migliore

    28.11.2016 - Da quando è in pensione, la pediatra 71-enne Katalin Berend presta servizio nel campo rifugiati di Bicske, in Ungheria, a fianco di SOS Villaggi dei Bambini. Ecco la sua testimonianza. approfondisci