Il Giorno dell'Albero nel Villaggio SOS di Damasco

I bambini hanno sentito e vissuto la morte, per troppi anni. Noi vogliamo che rivedano la bellezza della vita

Damasco, 19 maggio 2014 – Domenica a Damasco splendeva il sole e i bambini, accolti nel Villaggio SOS di Damasco, si sono alzati presto per aspettare il furgoncino carico di alberi da frutta! Sono corsi tutti insieme gridando dalla gioia, verso il luogo che avevano scelto per piantare gli alberi .

75 alberi, di quattro varietà di frutta, sono stati piantati intorno al Villaggio SOS e i bambini hanno seguito la fase di impianto, ascoltato attentamente i consigli dell'esperto su come prendersi cura degli alberi e raccontato cosa avrebbero voluto fare con i frutti.

 
"Voglio piantare il mio albero nel mio giardino di casa" - ha detto Baheya di 14 anni - "Voglio dedicarlo ai miei fratelli e sorelle e vederlo crescere. Voglio cogliere il primo frutto e chiedere alla Mamma SOS di farmi una deliziosa marmellata”.

"I bambini amano la natura, la terra, l’acqua. L’idea che possano far crescere, fiorire gli alberi e vederne i frutti è un’esperienza di vita ed educativa meravigliosa. Hanno sentito e vissuto la morte, per troppi anni. Noi vogliamo che rivedano la bellezza della vita”  - ha detto Muhannad Mia, il direttore del villaggio SOS di Damasco.  

"Non potete immaginare la gioia nel vedere i bambini e ragazzi ridere ed emozionarsi. Erano come fiori sbocciati, vicini ai loro alberi!” - ha concluso Fawzeya Ziyab, un’educatrice.