Il mondiale della solidarietà

Vincent Company: una guida sicura per la squadra e l'infanzia

Milano 2 luglio 2014 – Il Belgio ieri ha vinto contro gli Stati Uniti dimostrando di essere una squadra giovane, entusiasta, ricca di talento e coraggio. Vincent Kompany, testimonial internazionale di SOS Villaggi dei Bambini, si conferma una guida sicura, per la sua squadra e per l’infanzia in difficoltà.

Il suo obiettivo è “arrivare fino alla fine”, nel gioco e nella solidarietà. Qualche mese fa aveva commentato il suo essere Ambasciatore di SOS Villaggi dei Bambini così: "E’ un titolo che porterò con orgoglio e dignità. Ho avuto modo di osservare il lavoro dell’Organizzazione in tutto il mondo. Devo dire che è davvero sorprendente l’impegno che ha dimostrato nei confronti dei bambini in difficoltà. In 133 paesi, SOS Villaggi dei Bambini aiuta infatti i bambini a rischio di abbandono attraverso programmi di rafforzamento familiare. Nessun bambino dovrebbe crescere da solo, senza affetto, cura e una casa amorevole eppure oltre 150 milioni di bambini sperimentano, ogni giorno, la paura di essere soli, senza amore, senza famiglia, senza sicurezza e stabilità. Personalmente continuerò in modo appassionato a sostenere il loro lavoro perché sono fermamente convinto che nessun bambino debba crescere senza una famiglia”.
 

Tom Moons, Responsabile Partnership di SOS Villaggi dei Bambini Belgio racconta: “Il Brasile, la Germania e il Belgio si sono schierati per sensibilizzare e raccogliere fondi per i bambini in difficoltà di tutto il mondo. La nostra Regina Mathilde si è recata a visitare i nostri progetti a Jacarepagua il 21 giugno. Ha incontrato una mamma SOS dicendole che anche loro sono le “regine” per i bambini. Ha ascoltato i sogni dei nostri ragazzi. Nel Villaggio SOS di Igarassu hanno fatto ingresso una delegazione della Federcalcio tedesca e 100 tifosi. I bambini hanno giocato una partita amichevole. Non potete immaginare l’emozione. Sono stati consegnati 5000 euro da Tom Roeder, responsabile del fan club tedesco. Un ultimo esempio di sport che unisce, è la visita di 23 bambini belgi nel Villaggio SOS di Poá, accompagnati da Steven Martens, amministratore delegato della Federcalcio belga. Vincent Kompany ha dovuto annullare all'ultimo minuto la sua partecipazione. Si stava preparando per la partita di ieri sera. I bambini e i ragazzi del Villaggio SOS ci hanno detto oggi - Meglio così. Ha vinto!.

Qui il video di Kompany: