Il piccolo Bona ha un sogno da realizzare

Bona ha 14 anni ed è nato nella provincia di Kampong Thom, in Cambogia.
La sua famiglia biologica era molto povera e non poteva occuparsi di lui né degli altri figli, così Bona e i fratelli sono cresciuti da soli, in mezzo a tante difficoltà, fino a quando non sono stati accolti nel Villaggio SOS di Phnom Pehn.

Quando Bona è arrivato nel Villaggio aveva 7 anni; oggi ne ha esattamente il doppio ed è diventato un ragazzino forte e sano: ha potuto studiare e ha potuto trascorrere un'infanzia serena in compagnia dei suoi fratelli, sotto la guida e la protezione del personale del Villaggio SOS.

Tra le sue maggiori passioni c'è lo sport: il basket, la pallavolo ma soprattutto... il calcio!
Una passione nata osservando gli altri bambini giocare e adesso diventato molto più che un passatempo.

Bona fa sul serio e si allena ogni giorno per diventare un giorno un giocatore professionista.
Non solo: la passione è tale che il ragazzino riesce a trascorrere immobile sulla sedia la durata di un'intera partita, con il fiato sospeso e il cuore in gola.

L'entusiasmo di Bona è contagioso e molti degli altri bambini ospiti del villaggio si lasciano coinvolgere nelle partitelle che il ragazzino organizza ogni pomeriggio.

"È divertente giocare con i ragazzi che non sono molto esperti. Ci divertiamo un sacco, anche se è un po' caotico!" - racconta Bona, che è stato ammesso in una scuola superiore dove ha modo di allenarsi e praticare con regolarità il suo sport preferito.

La sua tecnica migliora giorno dopo giorno, così come le sue performance. Ciò grazie anche al suo grande impegno: Bona utilizza ogni momento libero per migliorarsi.

Il suo idolo? Lionel Messi! 
Tutte le news