Siria: 7,6 milioni di bambini hanno bisogno di assistenza umanitaria immediata

SOS Villaggi dei Bambini continua a sostenere i bambini e i ragazzi privi di cure e le famiglie in difficoltà

Milano 15 febbraio 2016 - Il Gruppo internazionale di sostegno alla Siria ha trovato un accordo. Il segretario di Stato Usa John Kerry ha annunciato che "gli aiuti umanitari" per le città siriane sotto assedio "dovranno arrivare subito, a partire da questa settimana".

“Ci auguriamo che la cessazione delle ostilità porti un rapido miglioramento delle condizioni per poter sostenere i bambini vulnerabili. I diritti dei bambini non sono mai negoziabili. Nessuno bambino deve essere privato di cibo, cure e protezione. Insieme ai nostri colleghi delle organizzazioni impegnate nell’alleviare le sofferenze dei bambini e di civili, aspettiamo di vedere come la fine dei combattimenti si rifletterà sul Paese. La nostra speranza è che sia consentito il pieno accesso di aiuti umanitari nelle aree assediate, come Madaya, Kafaya e Foah, e nelle 13 città circondate. Il nostro obiettivo sarà quello di sostenere i bambini non accompagnati o separati dalle famiglie” -  ha dichiarato Alia Al-Dalli, Direttore Internazionale di SOS Villaggi dei Bambini in Medio Oriente. 


L'ONU stima che circa 7,6 milioni di bambini in Siria abbiano bisogno di assistenza umanitaria immediata, che più di 2 milioni di giovani non stiano andando a scuola e che siano decine di migliaia i bambini non accompagnati. Il programma SOS di risposta alle emergenze in Siria sostiene e assiste bambini e famiglie. Il supporto si è concentrato sul sostegno educativo, sui centri di assistenza per i bambini separati dalle loro famiglie e sulla creazione di Spazi a Misura Bambino.

Centro Educazione SOS ad Aleppo: sono più di 600 i bambini che partecipano al programma di istruzione. Divisi in base all’età, seguono lezioni di arabo, inglese, matematica e della scienza.

Programma Educazione SOS a Damasco: il programma di istruzione segue quello ministeriale siriano. Tutti i bambini che frequentano il centro sostengono un esame per valutare il loro livello. Il team SOS si occupa della loro iscrizione nella scuole. I ragazzi che hanno abbandonato la scuola partecipano a lezioni serali.

Centri SOS a Saboura e ad Al Qura: sono 300 i bambini che hanno beneficiato dei servizi (medici e psicologici) e delle attività (istruzione) dei due centri. Venticinque bambini, grazie ai Centri SOS,  sono stati riunificati con le loro famiglie.

Spazi a Misura Bambino a Dwail, Kafarsouseh, Aleppo: sono circa 6.300 i bambini e ragazzi che stanno ricevendo sostegno educativo, psicologico e medico.

Madaya: il 10 Febbraio 2016 la squadra di pronto intervento SOS ha ricevuto il permesso di entrare a Madaya. L'obiettivo del gruppo è quello di rilevare il numero di minori non accompagnati che vivono nella città assediata e di evacuarli.

 




  • Roberta Capella

    Roberta Capella è il nuovo direttore di SOS Villaggi dei Bambini

    29.11.2016 - SOS Villaggi dei Bambini Italia nomina Roberta Capella nuovo Direttore. “Crescita, diversificazione dei programmi e dei servizi senza rinunciare alla nostra unicità: la qualità.” approfondisci
  • Katalin Berend presta servizio volontario come pediatra.

    Essere umani è la cura migliore

    28.11.2016 - Da quando è in pensione, la pediatra 71-enne Katalin Berend presta servizio nel campo rifugiati di Bicske, in Ungheria, a fianco di SOS Villaggi dei Bambini. Ecco la sua testimonianza. approfondisci
  • Tornare a essere bambini: la storia di Zena

    25.11.2016 - Da quando Zena è arrivata nel Villaggio SOS di Ksarnaba, in Libano, è tornata a vivere come una bambina, con degli adulti che si prendono cura di lei e dei suoi fratelli. approfondisci
  • Giornata Nazionale dei Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza

    Giornata Nazionale dei Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza

    21.11.2016 - Il Gruppo CRC chiede alle istituzioni un'assunzione di impegno rispetto alle azioni previste nel IV Piano Nazionale di azione e di interventi per la tutela dei diritti e lo sviluppo dei soggetti in età evolutiva e il Piano biennale nazionale di prevenzione e contrasto all'abuso e allo sfruttamento sessuale dei minori. approfondisci
  • Il piccolo Bona ha un sogno da realizzare

    18.11.2016 - Bona è un ospite del Villaggio SOS di Kampong Thom, in Cambogia. Qua ha potuto studiare e coltivare il suo sogno di diventare un giocatore di calcio. approfondisci
  • Villaggio SOS dei Bambini di Dakar - Senegal

    La gioia di una nuova casa nel Villaggio SOS dei Bambini di Dakar

    14.11.2016 - Nel Villaggio SOS dei Bambini di Dakar, in Senegal, una delle case famiglia è stata ristrutturata per renderla più accogliente e adatta ai suoi ospiti, tra cui il piccolo Ndiaye. approfondisci
  • SOS Villaggi dei Bambini - Sierra Leone

    Sierra Leone: la storia di Olivia nel Villaggio SOS dei Bambini di Freetown

    08.11.2016 - Con una popolazione di circa 6 milioni di persone, la Sierra Leone è uno dei Paesi più poveri al mondo. La storia di Olivia ci ricorda quanto sia prezioso l'intervento di SOS Villaggi dei Bambini in aiuto e in difesa dei diritti dei minori. approfondisci
  • Testimonianze di accoglienza nel Villaggio SOS di Ostuni

    La mia storia di accoglienza al Villaggio dei Bambini SOS di Ostuni

    28.10.2016 - I bambini che crescono all'interno di un Villaggio SOS rimangono spesso legati per tutta la vita alle persone che sono state loro a fianco durante quegli anni. approfondisci
  • La parola ai ragazzi, la risposta alle istituzioni - Progetto InFo

    28.10.2016 - I diritti dei bambini che vivono in accoglienza etero familiare sono frequentemente ignorati o addirittura violati. Con il progetto europeo “InFo – INsieme FOrmando”, finanziato dalla Commissione Europea, SOS Villaggi dei Bambini ha riportato l’attenzione sui diritti dei bambini nel contesto dell’accoglienza attraverso il coinvolgimento in 5 città italiane non solo delle istituzioni e degli operatori professionali, ma anche dei giovani e ragazzi che vivono l’esperienza di essere accolti in comunità. approfondisci
  • Termina l'occupazione militare del Villaggio SOS di Damasco

    26.10.2016 - In Siria termina l'occupazione militare del Villaggio SOS di Damasco: i bambini e i ragazzi possono tornare a casa. approfondisci