SOS Villaggi dei Bambini “Impacchetta” Baci, Abbracci, Cure E Istruzione

On Air la nuova Campagna di Natale

Milano, 19 novembre 2015 - Una Campagna pensata e ideata interamente da SOS Villaggi dei Bambini, per sensibilizzare sull’importanza di sostenere gli 80mila bambini, privi di cure, accolti nei suoi Villaggi SOS, in 134 Paesi del Mondo.

4 sono i visual rappresentativi della mission che da più di 60 anni l’Associazione persegue: a un bambino che ha perso l’affetto e le cure della propria famiglia, viene restituito, ri-donato l’amore di colei che, affettuosamente, viene chiamata da sempre Mamma SOS, il calore di una casa e un ambiente familiare. E’ proprio la Mamma SOS a prendersi cura di lui, come farebbe la sua mamma, occupandosi della sua crescita e del suo futuro. Accoglienza, protezione, salute, educazione sono obiettivi che qui trovano voce e volti. “Chi ti accarezza quando sei triste? Chi ti abbraccia quando non riesci a dormire? Chi ti aiuta a fare i compiti? Chi ti dona la forza di andare avanti quando tristezza o paura prendono il sopravvento? Chi ti sta accanto quando stai male? La mamma. Nei nostri Villaggi SOS, 60mila bambini la ritrovano: si chiama Mamma SOS” – racconta Marta Bove, Responsabile Raccolta Fondi di SOS Villaggi dei Bambini - “Non è sempre facile riuscire a far comprendere quale sia la vera peculiarità del nostro modello di accoglienza, che lo rende assolutamente unico. Noi siamo capaci di restituire normalità, stabilità e sicurezza ai bambini e ragazzi privi di cure familiari perché investiamo sulla relazione e sul costruire quei gesti quotidiani capaci di ridare serenità, gioia. Una vita normale, insomma. Senza le Mamme SOS, educatrici residenziali che fanno della propria attività professionale una missione, non avremmo le magnifiche storie raccolte e gli ottimi risultati conseguiti. Siamo la più grande Organizzazione mondiale nell’accoglienza dei bambini privi di cure, proprio per questo rivoluzionario Modello!”
I visual scelti mostrano in maniera immediata ed efficace il valore dell’aiuto concreto offerto dai potenziali sostenitori. Il loro Regalo di Natale consentirà infatti ai bambini di ricevere OGNI GIORNO abbracci, baci, cure e istruzione. Potranno scegliere di aiutarli “Ogni giorno” attraverso l’Adozione a Distanza o una semplice donazione. “I nostri bambini hanno bisogno di amore. Noi abbiamo impacchettato le emozioni e i gesti più importanti nella vita dei bambini, mostrandone il valore e la preziosità. Facendo una donazione il nostro sostenitore regalerà davvero al bambino un pacco dono d’amore, un pacco dono di carezze, di cure e di educazione. Adottando a distanza un bambino, lo accompagnerà invece personalmente, anche se a distanza, verso l’autonomia e l’indipendenza” – continua Bove – “Non sono “regali” da poco, perché varranno per sempre, per tutta la vita del bambino!”.
Le attività di Search Engine Marketing sono gestite dalla digital agency Webranking, parallelamente alle attività di direct email marketing volte ad invitare tutti i potenziali sostenitori a dare il proprio supporto.
  • Le parole di Giovanni Odorizzi

    La testimonianza del Direttore del Villaggio SOS di Trento

    08.02.2017 - Cosa significa per un bambino crescere senza contare sulla propria famiglia? Capiamolo attraverso le parole di Giovanni Odorizzi, direttore del Villaggio di Trento. Scopri di più
  • La storia di Alfrido al Villaggio SOS di Ostuni

    La storia di Alfrido nel Villaggio SOS di Ostuni

    08.02.2017 - Alfrido si è trovato solo in Italia, all'età di 12 anni. Nel Villaggio SOS di Ostuni ha trovato un luogo da chiamare casa. Scopri di più
  • Lucia Miceli al Tg2

    La testimonianza di Lucia Miceli ai microfoni del Tg2

    08.02.2017 - Lucia è arrivata al Villaggio SOS di Ostuni perché aveva perso la mamma e suo padre non poteva occuparsi di lei e dei suoi fratellini. Ecco la sua storia. Scopri di più
  • Nessun Bambino Solo

    Parte la campagna Nessun Bambino Solo

    30.01.2017 - Per sostenere questa importante iniziativa, dal 29 gennaio al 11 febbraio, è possibile donare con un SMS o chiamata da rete fissa al 45522. Scopri di più
  • Testimonianze da Aleppo

    Testimonianze da Aleppo: la storia di Salma

    23.12.2016 - "I miei figli hanno visto cose che nessun bambino dovrebbe mai trovarsi di fronte"- Salma racconta la sua vita, insieme ai tre figli, nella città assediata di Aleppo. Approfondisci
  • cameo e SOS Villaggi dei Bambini per il progetto AutonoMia

    cameo e SOS Villaggi dei Bambini per il progetto AutonoMia

    20.12.2016 - Un lavoro nelle aziende del territorio per 28 giovani in difficoltà: cameo sostiene il “Progetto AutonoMIA” di SOS Villaggi dei Bambini nei Villaggi di Vicenza, Mantova, Morosolo e Saronno (VA). Scopri di più
  • Aleppo: i desideri dei bambini in guerra.

    20.12.2016 - Abbiamo chiesto a cinque bambini di Aleppo, costretti a fuggire a causa della guerra, di raccontarci come si sentono. approfondisci
  • Da un Villaggio SOS alle Olimpiadi

    20.12.2016 - Mavis Chirandu è cresciuta in una Famiglia SOS a Bindura, nello Zimbabwe, è andata in Agosto a Rio de Janeiro per la nazionale femminile di Calcio dello Zimbabwe. Leggi la sua storia
  • Ci sono cose che da soli non si possono affrontare

    20.12.2016 - A dicembre abbiamo lanciato la campagna di raccolta fondi digital “Ci sono cose che da soli non si possono affrontare”, con l’obiettivo di sostenere il nostro lavoro in Italia. approfondisci
  • Fratelli e sorelle insieme

    20.12.2016 - Le parole di Lucia, accolta nel Villaggio SOS di Ostuni e oggi mamma di due bambini. approfondisci