SOS Villaggi dei Bambini presenta in Parlamento il progetto INFO-Insieme Formando

In occasione della presentazione della Relazione Annuale dell’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza in Parlamento, SOS Villaggi dei Bambini ha presentato oggi, 13 giugno, il progetto “InFo-Insieme Formando”, nato dalla partnership tra 8 diversi paesi europei, con l’obiettivo di realizzare una maggiore partecipazione dei ragazzi fuori famiglia e  di migliorare le capacità dei professionisti dell’accoglienza adottando un approccio basato essenzialmente sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.
 
Sono stati gli stessi ragazzi che hanno partecipato al progetto europeo a raccontare, intervenendo nel corso della presentazione in Parlamento, la loro esperienza di accoglienza e a descrivere l’importanza dell’ascolto e della creazione di relazioni stabili con i professionisti dell’accoglienza fuori famiglia che operano a diverso titolo sul territorio italiano.
 
Dai momenti di riflessione tra bambini e ragazzi nel corso del progetto stesso sono emerse una serie di proposte e raccomandazioni che sono state rivolte ad operatori e istituzioni. Tra queste, l’importanza di incontrare operatori formati ad un approccio basato sui diritti, l’importanza dell’ascolto e del diritto alla spiegazione, l’importanza di incontrarsi tra coetanei in accoglienza, la vicinanza degli operatori e dei servizi e la stabilità delle relazioni con loro.
 
Output del progetto la stesura di “Realizzare i diritti dei bambini”, il primo manuale europeo per la formazione dei professionisti dell’accoglienza fuori famiglia. A partecipare ad “Info-Insieme Formando” sono stati - 150 operatori dell’accoglienza etero famigliare in Italia e 800 in Europa, oltre a 100 bambini e ragazzi in Italia e 500 negli altri Paesi europei.
 
Finanziato dalla Commissione Europea, DG Justice, questo programma contribuisce anche a rispondere agli obiettivi posti dal Governo Italiano in merito alla riduzione della povertà. La partecipazione ad un percorso formativo, e il successivo avviamento verso la ricerca di un’autonomia economica e lavorativa, rappresentano infatti le condizioni necessarie per interrompere il circolo vizioso dello svantaggio sociale e permettere ai giovani che hanno vissuto fuori del tradizionale contesto famigliare di poter eccedere alle stesse opportunità di formazione ed occupabilità dei loro coetanei.
Tutte le news