La storia di Marcellin: ha perso i genitori quando era piccolissimo, ora studia in Canada e vuole lavorare per lo sviluppo sostenibile.

Oggi vi raccontiamo la storia di Marcellin, un ragazzo di 25 anni che ha avuto la possibilità di crescere e studiare grazie al Villaggio SOS di Abomey-Calavi, in Africa.

Marcellin Gandonou ha 25 anni e vive nella Repubblica di Benin, in Africa occidentale. È stato accolto nel Villaggio SOS di Abomey-Calavi nel 1989, quando era ancora piccolissimo, dopo la morte dei suoi genitori. Nel Villaggio SOS ha avuto la possibilità di studiare e di crescere, e oggi racconta così la sua esperienza di vita nel Villaggio SOS: “Mi è stato dato tutto quello di cui avevo bisogno, gli operatori del Villaggio SOS hanno avuto cura di me. Sono così grato non solo perché mi hanno accolto ma perché senza di loro non potrei sicuramente essere la persona che sono oggi”.

“Sono uno di quei bambini fortunati che hanno avuto l'opportunità di vivere con SOS fino all'età di 25 anni, grazie ai miei buoni risultati scolastici e alla mia buona condotta. Non potrei mai essere la persona che sono oggi, se non avessi avuto il sostegno della mia mamma SOS e di tutti gli operatori che lavorano per assicurare una vita sana e felice ai bambini ospitati nei Villaggi. Con il loro aiuto e la grazia di Dio, ho acquisito conoscenze in diversi ambiti, tra cui la legge, la pubblica amministrazione, l'economia, la governance e l'integrazione.

Ho partecipato a diversi convegni politici sulla sicurezza transfrontaliera, la gestione dei conflitti, l'integrazione economica, la governance e le questioni di sviluppo sostenibile in tutta l'Africa e recentemente ho avuto la possibilità di partecipare ad un corso presso l’Université Laval in Canada.

Grazie ad una borsa di studio, sto frequentando un corso in governance e integrazione in Cameroon. Sono grato e spero di essere di aiuto a questa grande organizzazione che ha investito molto in me attraverso l'istruzione”.
Tutte le news