Terremoto in Ecuador

Milano 18 aprile 2016 - Il 16 aprile alle 18,58, ora locale, l'Ecuador è stato colpito da un terremoto di magnitudo 7,8. sulla scala Richter. L’epicentro ha interessato la provincia di Manabi, nella zona costiera centrale. 272 le vittime, 2.000 i feriti. Il Presidente Rafael Correa ha dichiarato lo stato di emergenza nelle province di Esmeraldas, Manabí, Guayas, Santo Domingo de los Tsáchilas, Los Rios e Santa Elena.
La città più colpita è Pedernales, i cui danni sono per ora incalcolabili. Mancano acqua ed energia elettrica ed è difficile comunicare. Gli abitanti di questa piccola città costiera continuano a cercare i loro parenti sotto le macerie.

SOS Villaggi dei Bambini, presente in Ecuador dal 1964, ha Villaggi a Quito, Ibarra, Esmeraldas, Portoviejo, Cuenca e Guayaquil e sostiene più di 6.000 persone (bambini e famiglie). Non ci sono vittime e feriti e l’Associazione si è prontamente messa a disposizione delle autorità per coordinare un piano di emergenza. Sono state inviate Linee Guida a tutti gli educatori per proteggere i bambini e ragazzi.
Il Villaggio SOS di Esmeraldas è stato evacuato dopo l’allarme tsunami, con l’aiuto della Croce Rossa. Tutti i bambini e i ragazzi sono stati spostati in una zona più sicura. Le comunicazioni sono difficili per la mancanza di energia elettrica. In queste ore i bambini stanno tornando al Villaggio SOS. Il Villaggio SOS di Portoviejo non ha in questo momento energia elettrica, acqua e cibo. Continuano le scosse di assestamento ma tutti i bambini e ragazzi sono fortunatamente illesi. A Quito, Cuenca, Guayaquil e Ibarra non ci sono vittime.

Queste le necessità più urgenti:
• coperte, generatore di potenza per il Villaggio SOS di Portoviejo
• alimenti non deperibili
• zucchero, acqua, bevande idratanti, riso, olio, zucchero, biscotti, pasta,
• tende da sole, zanzariere
• Assorbenti igienici, pannolini, salviettine umidificate, dentifricio, spazzolino da denti, sapone, repellente
• Tende, mezzi di trasporto e attrezzature

Dona ora per sostenere le attività in Ecuador
  • Testimonianze da Aleppo

    Testimonianze da Aleppo: la storia di Salma

    23.12.2016 - "I miei figli hanno visto cose che nessun bambino dovrebbe mai trovarsi di fronte"- Salma racconta la sua vita, insieme ai tre figli, nella città assediata di Aleppo. Approfondisci
  • cameo e SOS Villaggi dei Bambini per il progetto AutonoMia

    cameo e SOS Villaggi dei Bambini per il progetto AutonoMia

    20.12.2016 - Un lavoro nelle aziende del territorio per 28 giovani in difficoltà: cameo sostiene il “Progetto AutonoMIA” di SOS Villaggi dei Bambini nei Villaggi di Vicenza, Mantova, Morosolo e Saronno (VA). Scopri di più
  • Aleppo: i desideri dei bambini in guerra.

    20.12.2016 - Abbiamo chiesto a cinque bambini di Aleppo, costretti a fuggire a causa della guerra, di raccontarci come si sentono. approfondisci
  • Da un Villaggio SOS alle Olimpiadi

    20.12.2016 - Mavis Chirandu è cresciuta in una Famiglia SOS a Bindura, nello Zimbabwe, è andata in Agosto a Rio de Janeiro per la nazionale femminile di Calcio dello Zimbabwe. Leggi la sua storia
  • Ci sono cose che da soli non si possono affrontare

    20.12.2016 - A dicembre abbiamo lanciato la campagna di raccolta fondi digital “Ci sono cose che da soli non si possono affrontare”, con l’obiettivo di sostenere il nostro lavoro in Italia. approfondisci
  • Fratelli e sorelle insieme

    20.12.2016 - Le parole di Lucia, accolta nel Villaggio SOS di Ostuni e oggi mamma di due bambini. approfondisci
  • Il tuo voto per SOS Villaggi dei Bambini vale un’area gioco per bambini

    20.12.2016 - Vota il progetto “Italy: Building a children play area”: per realizzare un’area gioco per bambini di SOS Villaggi dei Bambini Italia! approfondisci
  • Storie di accoglienza del centro per rifugiati di Principovac

    Storie di accoglienza nel centro per rifugiati di Principovac

    06.12.2016 - Il centro di accoglienza per rifugiati di Principovac si trova in un ex ospedale pediatrico al confine fra Serbia e Croazia, a 100 metri dalla frontiera. Il villaggio serbo più vicino è a 10 km di distanza, a un'ora di cammino. approfondisci
  • Roberta Capella

    Roberta Capella è il nuovo direttore di SOS Villaggi dei Bambini

    29.11.2016 - SOS Villaggi dei Bambini Italia nomina Roberta Capella nuovo Direttore. “Crescita, diversificazione dei programmi e dei servizi senza rinunciare alla nostra unicità: la qualità.” approfondisci
  • Katalin Berend presta servizio volontario come pediatra.

    Essere umani è la cura migliore

    28.11.2016 - Da quando è in pensione, la pediatra 71-enne Katalin Berend presta servizio nel campo rifugiati di Bicske, in Ungheria, a fianco di SOS Villaggi dei Bambini. Ecco la sua testimonianza. approfondisci