Il modello positivo dei programmi di Rafforzamento Familiare SOS

31/03/2009 – UN-HABITAT, l’agenzia delle Nazioni Unite per gli insediamenti umani, ha nominato il programma di Rafforzamento Familiare SOS a Salto (Uruguay) per il suo bellissimo esempio di sostegno positivo. Il progetto SOS è stato riconosciuto pubblicamente assieme agli altri nominati da UH-HABITAT alla ricerca dei migliori modelli di sostenibilità, partecipazione ed integrazione sociale.

Nell’ottobre del 2008 la Technical Advisory Committee di UN-HABITAT ha iniziato ad esaminare più di 400 progetti umanitari, realizzati da numerose associazioni internazionali, scelti dopo 10 mesi di selezione fra migliaia di altri progetti che erano stati presentati alla commissione.



I programmi selezionati saranno aggiunti all’archivio che UN-HABITAT ha creato nel 1996, oggi diventato un grande network mondiale in cui sono condivisi metodi, idee e soluzioni per la buona realizzazione di progetti socialmente utili. Questi progetti potranno essere di grande ispirazione per sviluppare simili programmi di aiuto alle popolazioni in difficoltà. I progetti scelti da UN-HABITAT saranno anche presentati durante conferenze, seminari e workshop, come casi di successo umanitario.

Il programma di Rafforzamento Familiare a Salto, fra le città più grandi dell’Uruguay, è stato scelto con una selezione nazionale fra le moltissime attività di sviluppo a favore delle aree più povere del paese.

Il programma di Rafforzamento Familiare SOS può vantare cinque Centri di Recupero Sociale in diverse aree in cui le famiglie locali vivono in condizioni di vita particolarmente difficili. Il progetto di Salto è stato sviluppato in stretta collaborazione con il governo ed aiuta ogni giorno più di 600 bambini con le loro famiglie. Durante la settimana vengono svolti degli incontri formativi sulla salute e la corretta nutrizione dei bambini, con utili corsi educativi per le madri e le donne senza un lavoro.

Oltre 380 bambini dai 2 ai 12 anni sono accolti e curati nei Centri di Accoglienza Giornaliera, per allentare la pressione sulle loro mamme, che possono così andare a lavorare sapendo che i propri figli sono protetti e al sicuro nelle strutture SOS. Il Programma di Rafforzamento Familiare SOS mira ad assicurare uno sviluppo sereno per i bambini ed in parallelo rafforzare le competenze dei loro genitori e la qualità economica / sociale delle famiglie.