SOS Villaggi dei Bambini in Algeria

Returning home from SOS Kindergarten Draria - photo: S. Houalet
Returning home from SOS Kindergarten Draria -photo: Sandrine Houalet

Capitale: Algeri
Area: 2.381.741 kmq
Popolazione: 31 milioni
Etnie: Berberi, Arabi
Lingua ufficiale: Arabo 
Lingue suggerite per la corrispondenza: Inglese, Francese
Religioni: Islam
Valuta: Dinaro

 

Intervento

In seguito al terremoto che colpisce l’Algeria nel 1980, SOS Villaggi dei Bambini decide di offrire aiuto immediato alla popolazione e in particolare ai bambini rimasti senza cure. Il governo algerino accoglie la proposta e offre all’associazione un appezzamento di terreno nel centro di Algeri.

Nell’autunno del 1981, viene completato il Villaggio SOS e vengono accolti i primi bambini. Nel 1983 i bambini vengono trasferiti nella città costiera di Tenes, situata a 200 km a ovest di Algeri, in attesa di siglare accordi governativi precisi sulla proprietà del terreno. Nell’aprile 1985 un accordo firmato da SOS Villaggi dei Bambini e il Ministro algerino per gli Affari Sociali concedevala costruzione di un Villaggio di SOS Bambini a Draria. Il governo algerino fu d’accordo nel pagare i costi per la posa delle fondamenta.

Il Villaggio SOS di Draria apre così nel 1992. È situato su una superficie di terreno di 38.000 mq e consiste di 11 case famiglia dove possono essere accolti fino a 105 bambini. Sempre a Draira, nel 1998, SOS inaugura la Casa del Giovane SOS per sostenere i giovani nel loro cammino verso l'indipendenza e per orientarli nella ricerca di un lavoro. 

Nel maggio del 2003 un terremoto piuttosto intenso colpisce la costa nord dell’Algeria, dove vive la maggioranza della popolazione. SOS Algeria lancia in quell’occasione un Programma di Emergenza e offre agli sfollati riparo, cibo, medicine, sacchi a pelo e vestiti. Programma che dura dal dicembre 2003 all'aprile 2004.

Una delle conseguenze a lungo temine della catastrofe è un forte aumento della povertà nella regione e per rispondere a questo problema, SOS Villaggi dei Bambini Algeria avvia nel 2005 il primo programma di Rafforzamento Famigliare e di Prevenzione all’Abbandono, che prevede un sostegno alle famiglie affinché riescano a prendersi cura dei loro bambini. Nel 2008 il Programma di Rafforzamento Famigliare viene esteso anche alle regioni di Tipaza e Tizi Ouzou.

Oggi in Algeria ci sono 1 Villaggio SOS, 1 Casa del Giovane SOS, 1 Asilo SOS e 3 Centri di Sviluppo Sociale SOS.

Adotta un bambino a distanza