SOS Villaggi dei Bambini in Botswana

 

Informazioni sul Paese

Waiting for school, Family Strengthening Programme Tlokweng - photo: Michela Morosini
Children who have lost parental care can grow up safely in families in SOS Children’s Villages (photo: S.Kitshoff).

 

Capitale: Gaborone
Area: 582.000 km²
Popolazione: 1,6 milioni (agg. al 2005)
Etnie: Tswana (75%), Bakalanga, San, Europei and Asiatici
Lingue Ufficiali: Setswana, Inglese
Religioni: Religioni Indigene (50%), Cristiani
Valuta: 1 pula = 100 thebe

 

 

 

 

Intervento

Nel 1980 SOS contatta il governo del Botswana e l'anno seguente nasce l'associazione SOS Villaggi dei Bambini Botswana.

Tre anni dopo inizia la costruzione del primo Villaggio SOS a Tlokweng, una piccola cittadina a 12 km dalla capitale Gaborone. Il Villaggio SOS comprende sei case famiglia, un asilo e un allevamento di polli.

A causa delle continue richieste di accoglienza il Villaggio SOS viene ampliato fino ad arrivare, nel 1999, ad ospitare 15 case famiglia.

La principale causa dell'ampliamento è legata alla drammatica situazione degli orfani. L'epidemia di HIV/AIDS che flagella il paese determina l'aumento del numero di bambini orfani del Botswana.

Tra il 1993 e il 1995 aprono due Case del Giovane SOS, una nel Villaggio SOS e l'altra nella capitale Gabarone. Nel 1997 sono inaugurati due centri di formazione professionale che hanno attivato corsi di carpenteria, saldatura, economia domestica e artigianato.

Nello stesso anno inizia la costruzione del secondo Villaggio SOS a Francistown, nel nord del paese, operativo dal 1998. Oggi in Botswana ci sono 3 Villaggi SOS, 2 Case del Giovane SOS, 3 Asili SOS e 2 Centri di Sviluppo Sociale SOS.

adotta un bambino a distanza