SOS Villaggi dei Bambini in Guinea Bissau

Family-strengthening programme Canchungo - photo: C. Ladavicius
Family-strengthening programme Canchungo - photo: C. Ladavicius

Capitale: Bissau 
Area: 36.125 kmq 
Popolazione: 1,2 milioni Etnie: Balanta, Fulbe, Manjaca, Malinke, Papel, una piccola minoranza di Capo Verde 
Lingua ufficiale: Portoghese 
Religioni: Cristiana 5%, Musulmana 30% e Religioni indigene 65%
Valuta: Franco CFA 

 

Nel 1984 il Governo della Guinea-Bissau contatta SOS Villaggi dei Bambini a causa della povertà dilagante e propone la costruzione di un Villaggio SOS. 

Negli anni seguenti si stabiliscono contatti tra il Segretario Generale SOS e le autorità locali. E’ Josè Baptista, ambasciatore della Guinea- Bissau in Senegal, a promuovere questi contatti. 

Nel febbraio 1988 viene donata a SOS una proprietà a Mansiri, nella periferia della capitale Bissau. Diventa operativo qui, nel 1994, il primo Villaggio SOS della Guinea Bissau, con annessi asilo e scuola primaria . Nello stesso anno due suore assumono la direzione del Villaggio. 

Durante la cerimonia di inaugurazione del Villaggio SOS di Bissau, il Presidente della Guinea-Bissau esprime la sua gratitudine e il suo apprezzamento per SOS Villaggi dei Bambini e ribattezza la strada in cui si trova il Villaggio SOS "Rua Hermann Gmeiner". 
Successivamente SOS riceve una seconda proprietà a Gabù, circa 250 km da Bissau. Ma la costruzione del secondo Villaggio SOS deve essere interrotta per i disordini politici e sociali del 1998. 

Nel giugno 1998 iniziano operazioni militari nelle immediate vicinanze del Villaggio SOS di Bissau. I bambini e il personale evacuano, prima nella città di Gabù e, dall’ ottobre del 1998 fino al giugno del 1999, nel più sicuro Villaggio SOS di Bakoteh in Gambia. 
Durante la guerra civile i Villaggi SOS allestiscono un Programma di Emergenza per intervenire con la fornitura di cibo, medicine e acqua. SOS aiuta anche a ricostruire le abitazioni. 

Nel 2001 termina la costruzione del Villaggio SOS di Gabù con l’asilo e la scuola. 
Nello stesso tempo sono realizzati una Casa del Giovane SOS e un Centro Sociale SOS a Bissau. Oltre ad una clinica per il primo soccorso, il centro sociale offre corsi di formazione e attività ricreative per i giovani. 


Nel 2003 SOS Villaggi dei Bambini in Guinea- Bissau costruisce un pozzo d’ acqua per l'approvvigionamento di acqua potabile di 12.000 persone.

Oggi in Guinea- Bissau ci sono due Villaggi SOS, una Casa del Giovane SOS, due Asili SOS, due Scuole SOS Hemann Gmeiner e un Centro Sociale SOS

adotta un bambino a distanza