SOS Villaggi dei Bambini in Kenya

Informazioni sul Paese

Looking forward to a brighter future thanks to SOS Children's Villages (photo: J- Honoré). 

Capitale: Nairobi 
Area: 583.000 kmq 
Popolazione: 29.5 milioni 
Etnie: Kikuyu 21%, Luhya 14%, Luo 13%, Akamba 11%, Kalenjin 11% 
Lingua ufficiale: Inglese 
Religioni: Cattolica 28%, Protestante 26%, Animista 18%, Musulmana 6% 
Valuta: Scellino

 

Intervento

 

Il Kenia è stato uno dei primi paesi in cui SOS Villaggi dei Bambini ha attivato i suoi progetti di accoglienza dei bambini rimasti soli e di sostegno alle famiglie in difficoltà.


Nel 1971 nasce l'associazione nazionale SOS Villaggi dei Bambini del Kenia con l’obiettivo di aiutare e cercare di ridurre il gran numero di bambini orfani e abbandonati che non ricevevano nessun sostegno dallo stato. 

Un anno dopo iniziano i lavori di costruzione del primo Villaggio SOS a Buri Buri, un sobborgo di Nairobi. Negli anni sono stati attivati altri Villaggi SOS e altri servizi per la comunità a Nairobi, Eldoret e a Mombassa. Il sostenitore più importante dei Villaggi SOS in Kenia è stato l'ex presidente Daniel T. Arap Moi

Il Kenia, come altri paesi del sud o dell'est dall'Africa, è stato duramente colpito dal dilagare dell'epidemia HIV/AIDS. I Villaggi SOS a Nairobi hanno allestito un Centro Sociale SOS dove sono operativi programmi di sostegno per la popolazione.

Attualmente in Kenia ci sono 4 Villaggi SOS (più uno in costruzione), 3 Case del Giovane SOS, 4 Asili SOS, 3 Scuole Elementari SOS, 2 Centri di Formazione SOS, 3 Centri Sociali SOS e un Centro Medico SOS.