SOS Villaggi dei Bambini in Lesotho

Informazioni sul Paese

Children in the playground (photo: SOS archives).
Children in the playground (photo: SOS archives).

 Capitale: Maseru 
Area: 30,359 kmq 
Popolazione: 2,1 milioni 
Etnie: Basotho, Europea e Asiatica 
Lingua ufficiale: Sesotho e Inglese 
Religioni: Cristiana 70%, religioni tradizionali 
Valuta: loti 

 

Intervento

L'attività SOS in Lesotho inizia nel 1988 con l'aiuto di Anna M. Hlalele, Ministro delle Politiche Giovanili e poi Presidente di SOS Lesotho. 
Nel 1990 SOS Villaggi dei Bambini firma un accordo governativo che sancisce la nascita SOS Villaggi dei Bambini Lesotho. 

SOS costruisce il primo Villaggio a Maseru su un terreno regalato dal governo. All'inaugurazione ufficiale del Villaggio SOS di Maseru presenzia Re Letsie Terzo. Una crisi politica tra il 1998 e il 1999 scatena la fame, peggiorata dalla totale assenza di servizi medici. Il Villaggio SOS di Maseru in quell’occasione aiuta la popolazione locale con un programma di emergenza, distribuendo cibo e medicine. 

Come tutte le nazioni sud africane, il Lesotho è pesantemente colpito dall'epidemia dell’ HIV/AIDS. I Villaggi SOS hanno allestito un programma di aiuto per assistere le famiglie composte dalle nonne e dai bambini. 
Oggi in Lesotho ci sono due Villaggi SOS, una casa del giovane, un Asilo SOS, una Scuola SOS Hermann Gmeiner, un centro sociale e un Centro Medico SOS. 

adotta un bambino a distanza