SOS Villaggi dei Bambini a Panama

Informazioni sul Paese

Children from an SOS family doing their homework (photo: I. Vasquez).
Children from an SOS family doing their homework (photo: I. Vasquez).

Capitale: Panama 
Area: 75.517 kmq 
Popolazione: 3,2 milioni (al 2006)
Etnie: Meticci 62%, discendenti africani 14%, discendenti spagnoli 10%, Mulatti 5% 
Lingua ufficiale: Spagnolo 
Religioni: Cattolica 84%, Protestante 5%, Islamica 5% 
Valuta: Balboa

 

 

Intervento

Nei primi anni 80 Nils Peter Sieger mette in contatto la First Lady panamense, Adela De Royo, con SOS Villaggi dei Bambini con l'intento di realizzare un Villaggio SOS, modello di assistenza familiare a lungo termine alternativo agli orfanotrofi.

Con il sostegno di un gruppo di volontari locali e stranieri, sostenitori dell'idea di Hermann Gmeiner, nel 1981 nasce SOS Villaggi dei Bambini Panama.

Nello stesso anno iniziano i lavori di costruzione del primo Villaggio SOS, in un'area appena restituita a Panama grazie agli accordi con il governo degli Stati Uniti per stabilire la sovranità sul canale di Panama.

Nell'aprile del 1982 Hermann Gmeiner inaugura ufficialmente il primo Villaggio SOS che entra in funzione lo stesso giorno.

A metà degli anni 80 Panama vive una crisi economica conseguente alla situazione politica e al conflitto con il suo partner commerciale più importante, gli Stati Uniti.

Come riflesso alla crisi, un numero crescente di famiglie sono costrette a integrare le entrate con il lavoro di entrambi i genitori e le mamme sole si trasferiscono in città per cercare un lavoro. I bambini sono le prime vittime di questa situazione, abbandonati, senza nessuno che si prenda cura di loro.

I Villaggi SOS, di conseguenza, hanno potenziato le loro strutture nel corso degli anni, anche con programmi di assistenza diurna.

Nell'ambito del decimo vertice ibero-americano di Panama City, numerose First Ladies e le mogli dei primi ministri hanno visitato il Villaggio SOS della città nel Novembre 2000. Questa visita è stata molto pubblicizzata e ha visto partecipi l'allora presidente di Panama, Mireya Moscoso e la regina Sofia di Spagna, che hanno dimostrato il loro impegno per i bambini e il loro apprezzamento per il lavoro della nostra associazione.

Oggi a Panama ci sono 3 Villaggi SOS, 3 Case del Giovane SOS, 1 Asilo SOS e 1 Centro di Formazione Professionale SOS.