SOS Villaggi dei Bambini in Estonia

Informazioni sul Paese

Children at play (photo: M. Mägi)
 Children at play (photo: M. Mägi)

Capitale: Tallinn
Area: 45,226 km² 
Popolazione: 1.342.409 (2007) 
Lingua Ufficiale: Estone
Religioni: Chiesa Evangelica Luterana
Valuta: Corona Estone

 

 

Intervento

Le attività dei Villaggi dei Bambini SOS in Estonia sono cominciate subito dopo che il paese ha riguadagnato la sua indipendenza dall'ex Unione Sovietica nel 1992. All’epoca il sistema di welfare era molto poco sviluppato e le condizioni degli orfanotrofi erano particolarmente sconfortanti.

Era necessario costruire urgentemente una struttura adeguata per i bambini in difficoltà. Un lotto di terreno idoneo è stato trovato a Keila, vicino alla capitale dell’Estonia, Tallinn, e il 29 aprile 1993 ha avuto luogo la cerimonia della posa della prima pietra.

Le prime Mamme SOS e i primi bambini si sono trasferiti nelle loro nuove case-famiglia nel dicembre 1994 e nel maggio 1995 sono stati completati la i lavori di costruzione dell’Asilo SOS e della Scuola Elementere SOS Hermann Gmeiner.

L'apertura ufficiale del Villaggio dei Bambini SOS di Keila è avvenuta il 16 giugno 1995 alla presenza di molti ospiti d’onore, come la Principessa Märtha Louise di Norvegia, la Principessa Lilian di Svezia, ufficiali dal governo estone e Helmut Kutin, presidente di SOS Kinderdorf International. Le prime Case del Giovane SOS sono state aperte a Keila nel 1999 e nel 2002; un ulteriore appartamento è stato affittato a Tallinn.

Dal 2004 i Villaggi SOS in Estonia stanno varando programmi di consolidamento familiare a Ida-Viruma, Keila e Pärnu. Questi programmi offrono un supporto alle famiglie che corrono il rischio di abbandonare i loro figli e permettono ai bambini di crescere in un attento ambiente familiare.

Con la collaborazione delle autorità locali e di altri enti, i Villaggi SOS sostengono le famiglie e le aiutano a prendersi cura dei loro figli. 

Al momento in Estonia ci sono 1 Villaggio SOS, 1 Casa del Giovane SOS, 1 Asilo SOS, 1 Scuola Elementare SOS e 3 Centri di Sviluppo Sociale.