Cibo come luogo di emozioni – 28.04.2022

Il cibo come luogo di emozioni

Il 23 aprile, presso l'università di Pavia, si è tenuta una conferenza sull'importanza del cibo nelle relazioni di aiuto. Sono intervenuti anche Anna Rita Orfino, Direttrice Villaggio SOS di Ostuni, e Oronzo De Iure, accolto nel Villaggio SOS di Ostuni e Federica Ferrari, Executive Manager Corporate Communication di Cameo.

"Il cibo riveste un ruolo molto importante: è uno strumento attraverso il quale è possibile dire in modo diretto e senza parole “io mi sto prendendo cura di te”, “io ti accolgo”, “io sono felice di averti incontrato”.

Sono queste le parole che Anna Rita Orfino ha utilizzato per spiegare al meglio il tema centrale della conferenza tenuta all’interno del Master in Food Quality Management and Communication: il cibo non rappresenta solamente un bisogno primario, ma può diventare anche un'occasione di condivisione e di confidenza. Attraverso la sua esperienza come educatrice, iniziata nel 2007 presso il villaggio SOS di Ostuni, Anna Rita ha potuto raccontare alcuni episodi in cui il cibo è servito da tramite per instaurare un rapporto di fiducia.

Molto spesso infatti non è facile entrare in relazione con i ragazzi e i bambini accolti nei Villaggi e i momenti di convivialità rappresentano quindi momenti per stare insieme e anche per festeggiare occasioni particolari, come i compleanni. Come racconta Anna Rita, sono proprio questi eventi e la preparazione di piatti che piacciono ai ragazzi che le permettono di entrare delicatamente nella loro vita, spesso caratterizzata da fragilità e insicurezza.

Un altro intervento molto interessante è stato quello di Oronzo De Iure, accolto nel Villaggio SOS di Ostuni all’età di 5 anni. Oronzo ha ripercorso il suo difficile inserimento all’interno del villaggio dopo la morte della madre e ha raccontato di come la passione per la cucina sia nata grazie alla sua educatrice e sia poi diventata la sua professione. Oggi infatti Oronzo è uno chef di successo: ha 20 anni di esperienza e ha anche avuto l’occasione di cucinare insieme a Carlo Cracco.

La conferenza ha visto la straordinaria partecipazione di Federica Ferrari, Executive Manager Corporate Communication di Cameo, azienda che da 10 anni collabora con SOS Villaggi dei Bambini e la sostiene attraverso numerosi progetti tra cui come il “Progetto cucine”, che consiste nel rinnovamento dell’arredamento delle cucine di tutti i Villaggi SOS sul territorio nazionale, o il progetto “Pane quotidiano” nato per sostenere l’inserimento nel mondo del lavoro dei ragazzi più grandi.

Per maggiori informazioni visitate il sito del Master in Food Quality Management and Communication: https://masterfoodmanagement.ec.unipi.it/

Su questo tema

News

Testimonianze

Pubblicazioni