Ciclone Idai in Africa: le conseguenze sui Villaggi SOS



Lo scorso 14 marzo, alcune zone dell’Africa centro-orientale sono state colpite dal Ciclone Idai, che ha provocato numerosi morti e feriti.

Tutti i bambini che accogliamo nei nostri Villaggi SOS, così come i nostri colleghi, sono al sicuro.

Il ciclone ha colpito con raffiche di vento fino a 190 km all'ora causando danni e inondazioni nel Mozambico centrale e settentrionale e in alcune zone del vicino Zimbabwe con numerosi morti segnalati. Ha anche minacciato il Malawi, che si sta ancora riprendendo da una tempesta che aveva già causato gravi inondazioni all’inizio di marzo.

Ecco una panoramica della situazione nei tre Paesi:

Mozambico
I nostri colleghi in loco riferiscono che tutti i bambini e il personale nei nostri Villaggi SOS e nei programmi che gestiamo nelle aree più colpite dalla tempesta - Beira, Chimoio e Tete - sono al sicuro. Le interruzioni di elettricità e di comunicazioni hanno ritardato le informazioni sull'impatto della tempesta. Il Direttore nazionale di SOS Mozambico afferma che le precauzioni erano state prese prima dell’arrivo della tempesta per garantire che i programmi SOS avessero riserve di cibo e acqua. Vi sono danni diffusi nell'area di Beira e la città costiera è stata in gran parte tagliata fuori dall'accesso stradale. Tutti i bambini e il personale SOS a Beira sono incolumi, ma SOS Mozambico sta lavorando per valutare i danni alle case e agli edifici del Villaggio SOS di Beira. La città è ancora senza elettricità e le reti di telefonia mobile sono state ripristinate.

Zimbabwe
Finora nessuno dei nostri programmi ad Harare, Bindura e Bulawayo è stato colpito. Tutti i bambini e il personale sono al sicuro. La regione nord-occidentale del paese è stata la più colpita, con forti piogge e danni causati dal vento. SOS Zimbabwe si è attivato per rispondere ai bisogni dei bambini colpiti dalla tempesta.

Malawi
Sebbene il ciclone Idai abbia avuto meno impatto su questo Paese rispetto a quelli confinanti, il sud del Malawi si sta ancora riprendendo da una tempesta che si era abbattuta all'inizio di questo mese e che aveva causato forti piogge e inondazioni. Il Direttore nazionale di SOS Malawi, afferma che tutti i bambini e il personale SOS sono al sicuro. Tuttavia, alcune famiglie che fanno parte del Programma di Rafforzamento Famigliare a Ngabu sono state colpite e danneggiate. Anche SOS Malawi si sta attivando per fornire sostegno ai bambini e alle famiglie nelle zone colpite dalla pioggia e dalle inondazioni.
 

Tutte le news