Il progetto "Giovani verso l'AutonoMIA" sostenuto da cameo

Il progetto, rivolto al oltre 80  ragazze e ragazzi dai 16 in su accolti nei Villaggi SOS, ha previsto laboratori di orientamento e percorsi di avvicinamento al lavoro

Vicenza, Morosolo, Mantova, Saronno, Trento, Roma e Ostuni: sono queste le città  in cui si è realizzato il progetto “Giovani verso l’AutonoMIA”, sostenuto da cameo, azienda alimentare specializzata in torte, dessert e pizze con sede a Desenzano del Garda (BS).
Il progetto, rivolto ad oltre 80  ragazze e ragazzi dai 16 anni in su, accolti nei Villaggi SOS e a forte rischio di disoccupazione e di esclusione sociale.
 
I ragazzi sono stati aiutati – grazie a figure specifiche ed azioni dedicate - a rafforzare le competenze professionali e le possibilità di trovare lavoro. Inoltre i ragazzi e le ragazze che stavano concludendo i loro studi, sono stati affiancati in corsi di orientamento scolastico con percorsi dedicati all’imprenditorialità.
 
Due le tipologie fondamentali di azioni realizzate con questo progetto: da una parte, attività  di orientamento (bilancio delle competenze, preparazione al colloquio di lavoro, simulazione del contesto professionale,…) per aiutare i giovani ad acquisire le skills necessarie per il conseguimento della propria autonomia; dall’altra – invece - Borse di Lavoro e Tirocinio hanno dato la possibilità a  25 ragazzi e ragazze accolti nei Villaggi SOS di  ottenenere nuove e stimolanti collaborazioni in aziende sui territori.
 
I tirocini conseguiti grazie alle risorse messe a disposizione da cameo, sono stati realizzati con il prezioso aiuto degli operatori dedicati che hanno saputo informare e formare i ragazzi rispetto alle offerte delle aziende, ma anche alle aspettative dei ragazzi stessi aumentando la loro autostima e  imparando ad elaborare le emozioni che si presentano di fronte ai grandi cambiamenti della vita.
 
Un altro importante risultato del percorso dei ragazzi coinvolti nel progetto “Giovani verso l’AutonoMIA” è stato il potenziamento dei servizi interni dedicati nei Villaggi SOS: è stato rafforzato lo Sportello Servizio Lavoro nel Villaggio SOS di Trento e ancora il Villaggio SOS di Saronno ha attivato la collaborazione con la CONFAPI (Confederazione Italiana Piccola e Media Industria Privata) la quale ha portato all’attivazione di “Sportello Unico del Lavoro” con sede presso il Comune di Turate (CO).
 
Numerose le opportunità per i giovani: in aziende agricole o di arredamento, nella ristorazione, nel settore alberghiero e tessile. Alcuni di loro hanno collaborato con la Cooperativa Pane Quotidiano - attività di panificazione e rivendita di prodotti da forno a Vicenza - occupandosi delle consegne o della vendita dei prodotti. Altri, invece, hanno lavorato come manutentori affiancando una squadra di elettricisti e giardinieri all’interno di un’azienda vivaistica.

Il percorso è stato molto positivo per tutti, nonostante non siano mancate le difficoltà insite nella scoperta del mondo lavorativo e talvolta legate anche alle singole storie di coloro  che hanno preso parte al progetto. Per questo si è dimostrato fondamentale il lavoro degli operatori che hanno sostenuto i ragazzi nel perseguire i propri sogni superando gli ostacoli uno alla volta.
 
Tutte le news