Nepal: come stiamo aiutando un’intera generazione a riprendere in mano il proprio futuro

Il Nepal con fatica riprende a vivere: in 3 anni SOS Villaggi dei Bambini ha ricostruito 3 scuole distrutte dal terremoto e aiutato quasi 30.000 persone



Il 25 aprile 2015 il Nepal è stato colpito da un devastante terremoto che ha causato quasi 9000 morti e ingenti danni alle infrastrutture distruggendo oltre 600.000 abitazioni.

SOS Villaggi dei Bambini è presente in Nepal dal 1972 e grazie ai programmi in 10 località del Paese, l’organizzazione è stata in grado di rispondere rapidamente ai bisogni dei bambini durante il terremoto aiutando quasi 30.000 persone in difficoltà.

La ricostruzione di un Paese parte necessariamente dai bambini: la scuola, l’istruzione, un’infanzia serena, sono questi gli ingredienti che SOS Villaggi dei Bambini ha voluto mettere in campo per dare a centinaia di bambini la possibilità di ritornare sui banchi di scuola, di studiare e costruire il proprio futuro.
SOS Villaggi dei Bambini ha ricostruito 3 scuole distrutte dal terremoto e fornito aule temporanee e sicure in altre 9 scuole della comunità. In particolare la Scuola Secondaria di Sidhupalchok è stata ricostruita grazie alle donazioni raccolte da SOS Villaggi dei Bambini Italia. Inoltre sono state distribuite 4300 uniformi scolastiche, altrettanti kit di materiale scolastico e articoli per l'igiene personale come sapone, spazzolini da denti e dentifricio.

SOS Villaggi dei Bambini ha fornito una serie di servizi alle famiglie colpite dal terremoto:

Kinship Care Program dove i bambini rimasti soli sono stati affidati ai parenti o altri familiari. Il programma prevede attività di sostegno e rafforzamento delle capacità di cura. L’intervento è al momento attivo in 3 località (Kavre, Laliptur e Sangachowk)

Kit “Home in a box” contenenti tutti gli oggetti di uso quotidiano utili per creare la propria casa temporanea: dalla tenda al materasso, dalle stoviglie al riso, dal dentifricio alla torcia

• Ricostruzione delle case che sono state danneggiate o distrutte dal terremoto. SOS Villaggi dei bambini in Nepal ha stanziano fino 1.560 € per famiglia per ricostruire circa 300 case.

A partire dal 2015, SOS Villaggi dei Bambini Italia ha destinato oltre 450.000€ al Nepal tra risposta all’emergenza e ricostruzione di case e scuole.


Altri fatti e numeri
28.300 persone supportate finora attraverso il programma di risposta all’emergenza.
25 spazi a misura di bambino in 8 distretti con una capacità giornaliera di 2.000 bambini. Gli spazi messi a disposizione da SOS Villaggi dei bambini sono stati fondamentali per fornire attività ricreative ed educative, sostegno psicologico ed emotivo e in generale offrono un luogo sicuro dove i bambini possono vivere serenamente la loro infanzia.
346 bambini hanno ricevuto cure famigliari alternative: una forma di sostegno in cui il bambino vive con un membro della famiglia allargata, (ad esempio un fratello maggiore o con amici di famiglia).
• 53 bambini sono accolti nei Villaggi SOS in Nepal.
4.800 bambini hanno ricevuto indumenti pesanti durante i mesi invernali.
1.400 bambini hanno frequentato lezioni gratuite per compensare il tempo scolastico perso a causa del terremoto.
 
Tutte le news