Il Villaggio SOS di Vicenza aiuta giovani coppie a diventare famiglie affidatarie

Il Villaggio SOS di Vicenza ha organizzato, nei mesi di novembre e dicembre, un corso formativo rivolto sia a coppie che a single con l’intento di diventare famiglie d’appoggio o affidatarie di bambini e ragazzi che hanno perso le cure familiari.
 
Il corso - condotto da due educatrici e tre terapeuti - si è svolto nell’arco di cinque incontri e ha visto la partecipazione accorata di sei coppie e tre single.

Gli incontri si sono articolati in momenti di condivisione e attività sia singole che di gruppo, utilizzando tecniche come la drammatizzazione, il role-play, la visione di filmati e l’ascolto di audio.
 
Durante il corso, sono stati affrontati temi importanti come l’accoglienza ma la parte più toccante ed emozionante, sono stati i racconti delle famiglie che stanno accogliendo bambini e ragazzi vulnerabili.
 

“Il corso è stato co-progettato e riformulato in itinere, mano a mano che emergevano le richieste e le necessità dei partecipanti”, spiega Marta Trecco, una delle educatrici coinvolte nel corso. “Ci sono stati dei momenti importanti di introspezione e condivisione tra i partecipanti, presupposti essenziali per partire con il piede giusto nell’ottica dell’ascolto del minore e della messa in discussione di sé rispetto ai suoi bisogni”.



Maggiori informazioni sulle attività che SOS Villaggi dei Bambini svolge in Italia
 
 
Tutte le news