Papa Francesco, a sorpresa, nel Villaggio SOS di Roma

“Il vostro lavoro è importantissimo”

Nessun Bambino nasce per crescere da solo
Milano, ottobre 2016 - Papa Francesco è uscito a sorpresa dal Vaticano e si è recato nel Villaggio Sos di Roma. La visita del Papa rientra nei suoi "venerdì della misericordia" durante questo anno giubilare.

È stata un’emozione grandissima - racconta Pier Carlo Visconti, Presidente del Villaggio SOS di Roma - Abbiamo ricevuto una telefonata, nel primo pomeriggio, dal Monsignor Fisichella che aveva, poco tempo fa, visitato il nostro Villaggio SOS.
 

Dopo mezz’ora Papa Francesco era qui. Ha parlato con noi per sapere cosa facciamo per i bambini, per i ragazzi e per le famiglie in difficoltà. Ha voluto sapere come operiamo. Poi ci ha chiesto quali fossero le storie dei bambini, prima di vederli. È entrato in una Casa SOS ed è stato con loro tutto il tempo. Aveva portato tantissimi dolci e si è seduto con loro a mangiarli. Ha riso e giocato. Li ha poi baciati e abbracciati, uno a uno. Sono senza parole, davvero. Ci ha ripetuto che il nostro lavoro è importantissimo perché sì… nessun bambino nasce per crescere da solo.”

 

 

Il Villaggio SOS di Roma nasce nel 1987 con l’obiettivo di accogliere e sostenere bambini e ragazzi in condizioni di disagio familiare e sociale, offrire loro un adeguato percorso di crescita psico-fisica e aiutarli a costruirsi un futuro indipendente.


Il Villaggio è composto da 6 case famiglia SOS, che ospitano 33 tra bambini e ragazzi, con delle case con progetto specifico per donne in difficoltà, dove vengono accolti anche nuclei mamma bambino e un servizio di accoglienza diurna che si occupa di bambini e ragazzi dai 6 ai 14 anni.

Il Villaggio offre inoltre un servizio di sostegno psicologico alle famiglie che attualmente sostiene 19 persone tra adulti e bambini. È presente anche una casa di accoglienza dedicata alle famiglie con figli in cura presso l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, che ospita l’intero nucleo famigliare nei momenti delicati del percorso di degenza di quei bambini che, provenendo da fuori regione, non potrebbero altrimenti avere la possibilità di restare uniti ai propri genitori.
 

“Cos’hanno detto i bambini?” – continua Visconti - “Erano felicissimi e avevano voglia di stringerlo e di baciarlo. Uno di loro ci ha chiesto “Ma è il vero PAPA?
 
Sono onorata e commossa dalla visita di Papa Francesco – dichiara Maria Grazia Rodriguez Y Baena – Ha fatto un regalo immenso ai nostri bambini e ragazzi. Questo sarà un ricordo indelebile nella loro vita. Grazie Papa Francesco!”
 

Sostieni il lavoro di SOS Villaggi dei Bambini in Italia: il tuo supporto ci aiuterà a garantire protezione e cure ai bambini che non possono crescere insieme alla loro famiglia.



  • Testimonianze da Aleppo

    Testimonianze da Aleppo: la storia di Salma

    23.12.2016 - "I miei figli hanno visto cose che nessun bambino dovrebbe mai trovarsi di fronte"- Salma racconta la sua vita, insieme ai tre figli, nella città assediata di Aleppo. Approfondisci
  • cameo e SOS Villaggi dei Bambini per il progetto AutonoMia

    cameo e SOS Villaggi dei Bambini per il progetto AutonoMia

    20.12.2016 - Un lavoro nelle aziende del territorio per 28 giovani in difficoltà: cameo sostiene il “Progetto AutonoMIA” di SOS Villaggi dei Bambini nei Villaggi di Vicenza, Mantova, Morosolo e Saronno (VA). Scopri di più
  • Aleppo: i desideri dei bambini in guerra.

    20.12.2016 - Abbiamo chiesto a cinque bambini di Aleppo, costretti a fuggire a causa della guerra, di raccontarci come si sentono. approfondisci
  • Da un Villaggio SOS alle Olimpiadi

    20.12.2016 - Mavis Chirandu è cresciuta in una Famiglia SOS a Bindura, nello Zimbabwe, è andata in Agosto a Rio de Janeiro per la nazionale femminile di Calcio dello Zimbabwe. Leggi la sua storia
  • Ci sono cose che da soli non si possono affrontare

    20.12.2016 - A dicembre abbiamo lanciato la campagna di raccolta fondi digital “Ci sono cose che da soli non si possono affrontare”, con l’obiettivo di sostenere il nostro lavoro in Italia. approfondisci
  • Fratelli e sorelle insieme

    20.12.2016 - Le parole di Lucia, accolta nel Villaggio SOS di Ostuni e oggi mamma di due bambini. approfondisci
  • Il tuo voto per SOS Villaggi dei Bambini vale un’area gioco per bambini

    20.12.2016 - Vota il progetto “Italy: Building a children play area”: per realizzare un’area gioco per bambini di SOS Villaggi dei Bambini Italia! approfondisci
  • Storie di accoglienza del centro per rifugiati di Principovac

    Storie di accoglienza nel centro per rifugiati di Principovac

    06.12.2016 - Il centro di accoglienza per rifugiati di Principovac si trova in un ex ospedale pediatrico al confine fra Serbia e Croazia, a 100 metri dalla frontiera. Il villaggio serbo più vicino è a 10 km di distanza, a un'ora di cammino. approfondisci
  • Roberta Capella

    Roberta Capella è il nuovo direttore di SOS Villaggi dei Bambini

    29.11.2016 - SOS Villaggi dei Bambini Italia nomina Roberta Capella nuovo Direttore. “Crescita, diversificazione dei programmi e dei servizi senza rinunciare alla nostra unicità: la qualità.” approfondisci
  • Katalin Berend presta servizio volontario come pediatra.

    Essere umani è la cura migliore

    28.11.2016 - Da quando è in pensione, la pediatra 71-enne Katalin Berend presta servizio nel campo rifugiati di Bicske, in Ungheria, a fianco di SOS Villaggi dei Bambini. Ecco la sua testimonianza. approfondisci