SOS Villaggi dei Bambini nel Capo Verde

Informazioni sul Paese

Lunch at the SOS Social Centre (photo: C. Ladavicius).
 
 
 
Capitale: Praia
Area: 4033 km² 
Popolazione: 400,000 (Dicembre 2000) 
Etnie: Mulatti (71%), discendenti African  (28%), discendenti Europei (1%)
Lingua ufficiale: Portoghese 
Religioni: Cattolicesimo (90%) 
Valuta: Escudo 
 

Intervento

La grande miseria degli orfani e dei bambini abbandonati a capo Verde induce SOS Villaggi dei Bambini a impegnarsi concretamente dal 1980. 
SOS collabora con l' "Instituto Caboverdeano de Solidariedade" (ICS), un'organizzazione non governativa rappresentata da Mr. Orlando Mascarenhas.

Nel gennaio del 1981 viene firmato un accordo tra il governo di Capo Verde e SOS Villaggi dei Bambini. 
Ad Assomada viene individuato un luogo favorevole dove costruire il primo Villaggio SOS. Assomada è una piccola cittadina di montagna a 30 km dalla capitale Praia sull'isola di São Tiago.

Alla fine del 1982 iniziano i lavori di realizzazione del primo Villaggio SOS con asilo annesso. Nel giugno del 1984 i lavori di costruzione sono completi e i primi quindici bambini possono trasferirsi nelle loro nuove case.

All'inizo degli anni 90 SOS Villaggi dei Bambini si impegna a migliorare le infrastrutture scolastiche dell'isola per stabilire un miglior sistema di istruzione che sostituisca il vecchio sistema inefficiente. Nelle zone rurali e remote aprono delle piccole scuole e a Praia viene costruita una scuola con classi elementari e medie. La direzione e la gestione delle scuole sono affidate alle autorità scolastiche nazionali.

Nel 1988 si costruisce la prima Casa del Giovane SOS ad Assomada per accogliere i primi adolescenti del Villaggio SOS. Si realizza anche un laboratorio di carpenteria per formare i giovani del villaggio.

L'estrema precarietà sociale, causata dalla siccità e dall'esodo dalle aree rurali, spinge SOS a realizzare un secondo Villaggio vicino a Praia nel 1997.

Il nuovo Villaggio SOS viene costruito a São Domingos nel 2002. L'associazione nazionale SOS Isole di Capo Verde viene sospesa nel 1994. Solo dal 2002 una nuova associazione nazionale può ricostituirsi come entità legale. Oggi a Capo Verde ci sono due Villaggi SOS, una Casa del Giovane SOS e due Asili SOS.

adotta un bambino a distanza