SOS Villaggi dei Bambini in Gambia

SOS Training Centre - photo: Christian Lesske
SOS Training Centre - photo: Christian Lesske

Capitale: Banjul 
Area: 11,300 kmq 
Popolazione: 1,3 milioni 
Etnie: Mandinka 41%, Fula 19%, Wolof 15%, Jola 10%, Serahuli 9%
Lingua ufficiale: Inglese 
Religioni: Cristianesimo 2%, Islam 90% e religioni indigene 8% 
Valuta: Dalasi 

 

 

In Gambia la maggior parte della popolazione vive al di sotto della soglia di povertà,  il tasso di mortalità e’ elevato, così come la prostituzione che favorisce il diffondersi dell’AIDS. Molti bambini vivono per strada a causa dell’ impoverimento e del conseguente sfaldamento di molte famiglie. Per questo SOS interviene in Gambia fin dal 1980. 
Nel 1981 SOS realizza il primo Villaggio a Bakoteh, a 18 km da Banjul. 

Nello stesso periodo costruisce un asilo e una scuola elementare Hermann Gmeiner,  poi gestite direttamente dalle autorità scolastiche nazionali. 

Negli anni seguenti SOS Villaggi dei Bambini intraprende progetti mirati ai giovani: corsi professionali e servizi sanitari. 
Il centro di formazione professionale offre l'opportunità di seguire corsi tecnici di tre anni. 

A causa della debolezza del sistema scolastico in quest'area dell’ Africa, gli studenti di questo centro provengono anche dai Villaggi SOS della Liberia e della Sierra Leone. 
Per sopperire alla mancanza di servizi medici specialistici, nasce "Clinica SOS per mamma e bambino’’, che garantisce assistenza e consulenza alle donne incinte e alle neo mamme. 

Nel 1999 il centro di formazione professionale per future mamme SOS diventa centro regionale di formazione interna SOS. 

Nel 1998 il Villaggio SOS di Bakoteh accoglie i bambini provenienti dal Villaggio SOS della Guinea- Bissau, fuggiti dal loro paese a causa della guerra.

Dopo nove mesi le famiglie dei Villaggi SOS della Guinea- Bissau sono poi tornate alle loro case. Nel giugno del 1994, la strada in cui si trovano tutti i servizi SOS viene ribattezzata "Hermann Gmeiner Drive Highway", a riconoscimento ufficiale del lavoro svolto. 
A partire dal 2004 SOS Gambia contribuisce a creare dei centri per la comunità e case d’accoglienza per le ragazze vittime di abusi sessuali. 

Oggi in Gambia c'è un Villaggio SOS, una Casa del Giovane, un Asilo SOS, due Scuole SOS Hermann Gmeiner, due centri di formazione professionale ed un Centro Medico SOS.

 

adotta un bambino a distanza