La storia di Marco Paulo: diventato leader giovanile nel Villaggio SOS che lo ha accolto da piccolo




Quella di Marco Paulo è una storia di speranza e rinascita, che accomuna i molti ragazzi e bambini accolti nei Villaggi SOS presenti in tutto il mondo.

Marco Paulo Monteiro, 32 anni, oggi ha una famiglia tutta sua che descrive come "la mia motivazione, la mia ispirazione". Lui e sua moglie hanno due bambini e aspettano con impazienza la nascita del loro terzo figlio. Tuttavia, la sua infanzia è stata tutt’altro che spensierata.

All'età di quattro anni, quando i suoi genitori non furono più in grado di prendersi cura di lui, Marco Paulo fu affidato al Villaggio SOS di Assomada, Capo Verde.

"Per me è stato come un nuovo mondo" – racconta Marco Paulo – “i primi tempi sono stati difficili ma poi mi sono integrato e ho iniziato a giocare con gli altri bambini”.
Nella sua vita al Villaggio ha avuto un ruolo molto importante la sua mamma SOS: "Ho pochi ricordi dei primi tempi al Villaggio, ma ricordo con esattezza la mia mamma SOS, il modo in cui si è presa cura di me e dei miei fratelli SOS – racconta - Lei ci ha educato e supportato con cure amorevoli”.

Il forte legame con la sua mamma SOS continua anche oggi: Marco Paulo infatti le fa visita regolarmente e le fa spesso delle telefonate.

Nel 2012, la vita di Marco Paulo cambia nuovamente quando viene assunto al Villaggio SOS Capo Verde come leader nazionale giovanile, “Lavorare come leader giovanile nazionale è un modo per ripagare in parte SOS per quello che ha fatto per me", spiega. 

“Dai amore alla tua famiglia. Ecco il principale insegnamento che ho appreso nel Villaggio SOS”.
 
Fonte https://www.sos-childrensvillages.org/news/sos-national-youth-leader-on-his-experiences-in-an

Tutte le news